13 ottobre 2019
Barcolana

E’ stato un week end da tutto esaurito per i treni storici del Friuli Venezia Giulia, che oggi è stata la “capitale d’Italia” delle ferrovie turistiche.

Due sono state le proposte, la Barcolana Express da Udine a Trieste e il Treno delle Mele Antiche da Treviso a Montereale Valcellina/Andreis, entrambe con biglietti esauriti da giorni.

Oltre 500 turisti, gran parte provenienti da fuori regione e dall’estero hanno viaggiato sui binari senza tempo a bordo delle eleganti carrozze d’epoca della Barcolana Express partita da Udine alla volta di Trieste e su una romantica littorina anni ’70 che da Treviso ha portato i passeggeri alla Mostra delle Mele Antiche di Andreis in Valcellina.

Esprimono molta soddisfazione i coordinatori del Team dei Treni Storici FVG per questo risultato, che conferma il successo del progetto che quest’anno prevede un ricco calendario di 26 treni che coinvolge la Regione, Fondazione FS, ben 30 Comuni e importanti partner nazionali, come Touring Club Italiano, Borghi più belli d’Italia, Slow Food e Fiab.

“La gente sta apprezzando questo modo di far turismo, riscoprendo l’emozione del vintage e del viaggio lento che permette di ammirare suggestivi paesaggi e panorami incontaminati. Il fatto che la gran parte dei turisti arrivi da fuori regione e dall’estero ci rende ancora più orgogliosi per il lavoro che stiamo facendo, visto che il treno storico è diventato uno dei più bei biglietti da visita del Friuli Venezia Giulia.”

Il treno della Barcolana Express, divenuto ormai un appuntamento fisso nel calendario dei treni storici, ha permesso agli appassionati del mare e della vela di ammirare la partenza della 51° edizione della Barcolana da una postazione privilegiata visto che il treno ha percorso a bassa velocità la costiera dando la possibilità di godere dello spettacolo del Golfo di Trieste con le sue migliaia di vele.

 

Successo replicato lungo i binari della ferrovia turistica Sacile Gemona dove ha fatto tappa il Treno delle Mele Antiche dedicato all’omonima Mostra mercato che si è tenuta ad

Andreis, piccolo e suggestivo borgo friulano posto all’ingresso della Valcellina, bandiera arancione del Touring Club Italiano. Per l’occasione il treno è stato realizzato con una vecchia littorina ALn668 partita da Treviso.

Ospiti d’onore a bordo treno sono stati gli scrittori Sara Palluello e Romano Vecchiet, autori del libro “Un gioiello sui binari. Storia della ferrovia Pedemontana Sacile Gemona tra emigrazione e promozione turistica” che hanno dialogato con i passeggeri lungo il viaggio.

Il calendario dei treni storici prosegue con i viaggi previsti il 27 ottobre con il treno della Zucca da Trieste a Venzone e il 3 novembre con il Treno della Grande Guerra da Udine a Pinzano al Tagliamento.